Video e immagine in movimento nell’arte di Artias

Fin dal 1974 Artias si è interessato di immagini in movimento, inizio con il progetto di un “romanzo dipinto”, tipo un gigantesco fumetto, riproducendo immagini e scene di un film giallo americano di cui il protagonista principale era il detective Marlowe.
In un primo tempo Artias fotografò dal televisore che trasmetteva questo film varie scene che l’interessavano e poi, una volta stampate le foto, cominciò a disegnare tante scene come dei frame di una pellicola, che messe insieme hanno costituito l'intero racconto del romanzo.

Nel ‘74 non esisteva ancora la videoarte, ma Artias precorrendo i tempi è stato subito affascinato dell’uso che si poteva fare dell’immagine in movimento e della sua trasposizione, dallo schermo alla foto, della foto al disegno poi alla tela, attraverso un mezzo nuovo”.

Artias - biografia

Un Museo per Artias

L'indomito a Cervia

L'indomito a Bagnacavallo

Il calcio

Incontri con Philippe Artias